OPEN CALL

Arte contro la devastazione


La Call

Athamanta lancia una open call, che si chiuderà il 10 Agosto 2021, rivolta a chiunque abbia voglia e piacere di mettere in campo le proprie capacità artistiche a sostegno della tutela delle Alpi Apuane e della lotta al sistema estrattivista che le governa.

La ragione che ci porta a promuovere questa chiamata è il significato che essa può assumere in un territorio come quello apuano, in cui l’arte è spesso ipocritamente utilizzata come falsa copertura di un sistema devastante a discapito di una catena montuosa e di un ecosistema di inestimabile valore.

La retorica locale non dice che delle oltre 4 milioni di tonnellate di montagne distrutte ogni anno, solo circa lo 0,5% viene destinato alla produzione artistica, mentre l’80% è destinato a diventare polvere per l’industria del carbonato di calcio.

Chi lavora nel mondo dell’arte locale sa bene che il marmo viene ceduto a caro prezzo e con estrema difficoltà dagli industriali, che preferiscono vendere altrove e per altri fini, con il solo scopo di aumentare i propri profitti.

In un territorio in cui l’arte è utilizzata spesso come la scusa dietro la quale nascondere i fatturati milionari di pochissimi, promuoviamo una mostra con l’obiettivo di descrivere il reale, le sue contraddizioni, ma anche le sue bellezze e l’immaginario che da ciò scaturisce.

Le opere saranno selezionate sulla base dell’attinenza al tema e della logistica della mostra che chiuderà questa call for artist. Sono invitati a partecipare artisti e artiste che si esprimono attraverso le arti visive

per maggiori informazioni

Se sei interessatə e vuoi partecipare scrivici una mail con oggetto “CALL FOR ARTIST” e una breve descrizione tecnica ed artistica dell’opera comprensiva delle esigenze tecniche di istallazione.

IL BANDO

Art.1 – FINALITÀ

Athamanta lancia una OPEN CALL rivolta a chiunque abbia voglia e piacere di mettere in campo le proprie capacità artistiche a sostegno della tutela delle Alpi Apuane e della lotta al sistema estrattivista che le governa.

La ragione che ci porta a promuovere questa chiamata è il significato che essa può assumere in un territorio come quello apuano, in cui l’arte è spesso ipocritamente utilizzata come falsa copertura di un sistema devastante a discapito di una catena montuosa e di un ecosistema di inestimabile valore.

La retorica locale non dice che delle oltre 4 milioni di tonnellate di montagne distrutte ogni anno solo circa lo 0,5% viene destinato alla produzione artistica, mentre l’80% è destinato a diventare polvere per l’industria del carbonato di calcio.

Chi lavora nel mondo dell’arte locale sa bene che il marmo viene ceduto a caro prezzo e con estrema difficoltà dagli industriali, che preferiscono vendere altrove e per altri fini con il solo scopo di aumentare i propri profitti.

In un territorio in cui l’arte è utilizzata spesso come la scusa dietro la quale nascondere i fatturati milionari di pochissimi, promuoviamo una mostra con l’obiettivo di descrivere il reale, le sue contraddizioni, ma anche le sue bellezze e l’immaginario che da ciò scaturisce.


Art. 2 – CRITERI DI AMMISSIONE

La call è aperta allə artistə di ogni nazionalità ed età. 

Unico vincolo imposto sarà l’attinenza al tema.

Le sezioni sono:

SEZIONE PITTURA

Criteri fondamentali di selezione saranno la qualità, la ricerca, l’originalità e l’attinenza al tema della call. Per opera pittorica si intende qualsiasi utilizzo o intervento manuale ad olio, tempera, acrilico, vernice industriale, inchiostro, incisione, grafite, acquerello, vinile, su qualsiasi tipo di supporto anche prestampato; sono ammesse tecniche come collage e applicazioni polimateriche.

SEZIONE DISEGNO – OPERE SU CARTA

Nella sezione disegno saranno ammesse solamente opere su carta o cartoncino. Criteri fondamentali di selezione saranno la qualità, la ricerca, l’originalità e l’attinenza al tema della call. Nella sezione disegno sono ammesse le seguenti tecniche artistiche: disegno, acquerello, gouache, i vari tipi di stampa in cavo e a rilievo (xilografia, incisione, ecc.), digitale, computer grafica e opere eseguite con tecniche varie. 

SEZIONE FOTOGRAFIA

Criteri fondamentali di selezione saranno la qualità, la ricerca, l’originalità e l’attinenza al tema della call. Sono ammesse fotografie digitali e analogiche, bianco e nero o a colori; e tutte le modalità espressive dell’arte fotografica. 

SEZIONE SCULTURA e INSTALLAZIONE

Criteri fondamentali di selezione saranno la qualità, la ricerca, l’originalità e l’attinenza al tema della call. Nella sezione scultura e installazione sono ammesse le opere realizzate con qualsiasi materiale, grezzo o manipolato, con media o oggetti e forme espressive sia tradizionali che innovative (sound art, installazioni cinetiche, installazioni video e sonore, ecc.) Le opere possono essere interattive e quindi comprendere movimenti meccanici o elettrici, suoni, luci e video, utilizzati singolarmente o in maniera associata. 

SEZIONE VIDEO – PERFORMANCE

Criteri fondamentali di selezione saranno la qualità, la ricerca, l’originalità e l’attinenza al tema della call. Nella sezione video sono ammesse opere di videoarte e performance art, ricerca video, video astratti e video ritratti. 


Art. 3 – TERMINI E MODALITÀ

Lə artistə interessatə possono iscriversi entro il 10 Agosto 2021, inviando una e-mail ad athamanta.ms@gmail.com, con oggetto “call_nomecognome”  allegando:

  • scheda di adesione compilata
  • breve nota biografica  
  • una fotografia dell’opera rinominata “nomecognome_titolo

Art. 4 – QUOTA D’ISCRIZIONE

La partecipazione alla call è gratuita. 

Le spese di trasporto per l’invio e il ritiro delle opere selezionate saranno a carico dellə partecipanti.


Art. 5 – RESPONSABILITÀ

Athamanta e le associazioni ospitanti, pur assicurando la massima cura e custodia delle opere pervenute, declinano ogni responsabilità per eventuali furti, incendi o danni di qualsiasi natura alle opere, che potrebbero verificarsi durante le fasi della manifestazione. Ogni eventuale richiesta di assicurazione deve essere sottoscritta dall’Artistə stessə.


Art. 6 – GIURIA E SELEZIONE

La selezione delle opere sarà effettuata valutando l’attinenza al tema, qualità, ricerca, originalità e fattibilità di installazione dell’opera. Dopo una prima selezione delle domande di partecipazione, sarà richiesto allə artistə presceltə l’invio dell’opera per la realizzazione di una mostra collettiva. Le spese di trasporto per l’invio e il ritiro delle opere selezionate sono a carico dellə partecipanti.


Art. 7 – FASI E SCADENZE

Il 31 Luglio 2021 ultimo giorno per l’iscrizione alla call.

Tra settembre e ottobre 2021 mostra collettiva a Carrara presso Associazione Ponte di Ferro. 


Art. 8 – CATALOGO

paragrafo in attesa di revisione


Art. 9 – CONSENSO

Ciascun candidatə autorizza espressamente Athamanta a trattare i dati personali trasmessi ai sensi della legge 675/96 (”legge sulla Privacy”) e successive modifiche D.lgs.196/2003 (codice Privacy), anche ai fini dell’inserimento in banche dati gestite dalle persone suddette. Ogni partecipante al concorso concede in maniera gratuita ad Athamanta, i diritti di riproduzione delle opere e dei testi rilasciati al premio, al fine della redazione del catalogo, l’eventuale pubblicazione sul sito web e delle altre forme di comunicazione, promozione e attività dell’organizzazione. Il materiale inviato per l’iscrizione non verrà restituito. Lə organizzatorə del concorso avranno diritto di decisione finale su tutto quanto non specificato nel presente bando. L’organizzazione si riserva il diritto di apportare variazioni al bando qualora se ne presenti la necessità. L’adesione e partecipazione al premio implica l’accettazione incondizionata di tutti gli articoli del presente bando.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: