The GAME

The Great Amazing Marble Experience – White Carrara Down Town e le sue contraddizioni – 24 luglio 2020

Un gioco sviluppato per grandi e piccini, per chi di questo posto è originario, per carraresi e massesi, ma anche per chi in questo luogo è solo di passaggio, per tutti quelli che questo mare e questo monte un po’ l’hanno vissuto, per tutti quelli che hanno voglia di cimentarsi in questa balera e di vincere un premio; insomma per tutti.

L’obiettivo di questo gioco performativo, divertente e pure un po’ provocatore, è duplice; si pone a metà tra inchiesta e divulgazione, tra l’azione e l’informazione. Nasce dal bisogno di capire cosa veramente conosciamo di questo territorio, delle torture che questo ha dovuto e deve sempre più subire. Queste profonde ferite non si rimarginano, l’estrattivismo non permette seconde opportunità: con i semi di marmo non puoi coltivare nuovi agri marmiferi; non puoi spalmare sul pane la marmettolata.

Cosa sappiamo quindi, carraresi, massesi e visitatori tutti di questo territorio, delle angherie ambientali a cui deve sottostare, della gestione pubblica delle cave, del loro costo, del famoso Parco delle Apuane? Cosa ne sappiamo di quanto grava sulle tasche di tutti e tutte noi mantenere questo sistema, quanto lo paghiamo nelle nostre bollette dell’acqua, quanto e come i grandi imprenditori sostengono i cittadini e i comuni da cui estraggono materia e profitto senza riguardo?

La città del marmo: sono storie vere o solo mitologia di un passato ormai al soldo di avidi mercanti senza scrupoli?

Tutte domande a cui troverete risposte e deduzioni all’interno di questo gioco che potrete sperimentare o per le strade di Carrara oggi, venerdì 24 luglio 2020.

Inauguriamo proprio oggi questo gioco perché festeggiamo insieme ai mecenati ladroni di questo territorio una delle sporadiche iniziative che regalano alla città come briciole, scarti di un enorme guadagno fatto sulle spalle di tutti e tutte. White Carrara Downtown, un nome che sa delle capitali del mondo; di Milano, Parigi, New York e Dubai, che cerca di mostrare l’internazionalità di un brand di morte e distruzione. L’ennesima manifestazione pubblica che produce art washing, la versione locale del tanto di moda green washing; facce e iniziative giovani e fresche dietro le quali nascondersi e ripulirsi il viso e la reputazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: